Per persona con disabilità

RIABILITAZIONE NEUROMOTORIA

Per Rieducazione neuromotoria si intende l’insieme delle forme di attivazione neuromuscolare più adatte al danno neurologico invalidante, al fine di recuperare o di ricercare risposte funzionali alternative. Ciò avviene mediante l’opportuna scelta di manovre che portano ad una specifica stimolazione di “ricettori periferici” (organi di senso in grado di captare gli stimoli esterni e di trasferirli ai centri nervosi).

Tale terapia è indicata nei seguenti casi

  • lesioni vascolari cerebrali ischemiche o emorragiche (ICTUS)
  • esiti di interventi neurochirurgici
  • mielopatie
  • esiti sensitivo motori di patologie infiammatorie\traumatiche del sistema nervoso periferico(sindrome del tunnel carpale,disfunzione del nervo femorale\sciatico)
  • malattie demielinizzanti (sclerosi multipla)
  • patologie del I e II motoneurone (Sclerosi laterale amiotrofica)
  • distrofia muscolare progressiva
  • miopatie congenite ed infiammatorie
  • sindromi piramidali ed extrapiramidali (morbo di Parkinson)
  • morbo di Alzheimer
  • neuropatie periferiche

Tra le conseguenze più comuni dei disordini neurologici in genere, ci sono le alterazioni del tono muscolare (spasticità\flaccidità) e/o le retrazioni muscolo tendinee , entrambe queste menomazioni possono comportare un alterazione funzionale del tronco,degli arti superiori e inferiori (atteggiamenti posturali errati) tale da limitarne l’ uso nelle attività di vita quotidiana con conseguente incremento della disabilità.

INTERVENTO RIABILITATIVO

Un ruolo fondamentale per il recupero delle autonomie motorie di base lo ricopre la rieducazione propriocettiva.

Possiamo definirla come una riprogrammazione neuromotoria ottenuta attraverso specifiche stimolazioni dell’intero sistema neuro-motorio.
Occorre considerare che, quando siamo in presenza di un trauma, le lesioni anatomiche interessano anche i recettori sensoriali con conseguente alterazione dei meccanismi propriocettivi ossia della “lettura” dello spazio circostante, da parte dei recettori, e della trasmissione delle informazioni alle strutture nervose centrali; le conseguenze pratiche saranno carenza/distorsione della percezione del proprio corpo nello spazio e della loro coordinazione nel movimento. Le attività proposte saranno finalizzate al raggiungimento di una funzione e saranno eseguite dal paziente attraverso tecniche di facilitazione neuromuscolare che permetteranno un esecuzione “assistita” del movimento da parte del fisioterapista.

Queste modalità di intervento mirano ad attivare processi attivi di apprendimento orientati al raggiungimento e ottimizzazione della funzione.

OBIETTIVI RIABILITATIVI

Il trattamento riabilitativo è rivolto a pazienti acuti e cronici, con lo scopo di: migliorare le funzioni attive (mobilità, trasferimenti, stazione seduta, sessualità), migliorare la gestione (vestizione, alimentazione, igiene,) incrementare i comfort (riduzione del dolore, miglioramento del sonno, miglior adattamento delle ortesi), prevenire e trattare le complicanze ( retrazioni, spasmi, lesioni da decubito, lussazioni, lesioni cutanee da sovraccarico o macerazione) e in seguito si cerca di mantenere e consolidare i risultati raggiunti nel periodo successivo.

Il paziente affetto da disturbo neurologico si vede impacciato,goffo,inabile nell’eseguire gesti semplici;fondamentale importanza in tal senso la ricopre il recupero dell’abilità motoria,ossia migliorare il movimento con una buona qualità di esecuzione,nel più breve tempo possibile con un minimo dispendio di energia.

Il paziente neuroleso inizia a produrre soluzioni e il sistema nervoso tende a rigenerarsi e riorganizzarsi,pertanto è di fondamentale importanza intervenire subito per evitare atteggiamenti posturali errati (compensi).

Il centro di medicina fisica e riabilitativa REHABILITAS si avvale di operatori formati e aggiornati con metodiche di intervento mirate al recupero (Bobath, Kabat, Perfetti)

STRUMENTI RIABILITATIVI

  • Rieducazione neuromotoria
  • Piscina Terapeutica
  • Cro-system
  • Motion analysis

 

 

Powered by Amra